Parco dei Mughetti

News ed Eventi

04/04/2018 - Sono tornate, pronti ad accoglierle?

Le prime rondini sono già arrivate, altre sono in viaggio, insieme a rondoni e balestrucci. Ma troveranno siti idonei per fare il nido e allevare i piccoli?
Secondo i dati di Birdlife, negli ultimi 10 anni in Europa la popolazione delle rondini è calata del 40% rispetto al passato. Le cause principali sono i cambiamenti climatici, l'uso di pesticidi in agricoltura e l'alterazione dei siti di riproduzione.
La rondine infatti fa il nido dove vive l'uomo, usa i tetti delle stalle e delle abitazioni, spesso nelle corti, come appoggio per i suoi tipici rifugi fatti con il fango.
Per aiutare la rondine invitiamo tutti coloro che hanno un nido vicino a casa a non distruggerlo, anche se non viene più occupato, e a non effettuare interventi di ristruturazione che impediscano l'accesso alle travi di portici ed androni. Oppure è possibile installare un nido artificiale. Per evitare problemi con gli escrementi, è sufficiente applicare sotto il nido una piccola tavola di legno.
Il Parco dei Mughetti svolge annualmente un monitoraggio dei nidi presso le cascine storiche, in collaborazione col le G.E.V., e propone nelle scuole dei Comuni convenzionati il progetto "Aiutiamo le rondini".<

<< Torna all'archivio